MISAF: PER L’EDIZIONE 2020 DIVENTA DIGITALE

E APRE ALL’INTERNAZIONALIZZAZIONE

 

Dal 5 al 19 dicembre la fiera dedicata alla filiera calzaturiera cinese sarà completamente digitale e l’innovativa piattaforma MISAF VIRTUAL EXHIBITION si aprirà anche agli espositori internazionali

Dal 14 al 22 dicembre in programma il match tra espositori e buyer

 

L’emergenza sanitaria dettata dal COVID-19 ha imposto di cambiare il modo di progettare i grandi eventi e MISAF – Milan Shoes and Accessories Fair non si è fatta trovare impreparata: dal 5 al 19 dicembre, infatti, si terrà l’edizione 2020 della Fiera e sarà completamente digitale, prima fiera del settore calzature e accessori di volume a essere realizzata in 3D. MISAF VIRTUAL EXHIBITON risponde così con prontezza al cambiamento, cogliendo l’opportunità di rilanciare, anche se pur in modalità virtuale, un’interazione concreta ed accessibile a tutti. L’unica che oggi sia possibile per supportare il business calzaturiero internazionale.

La nuova piattaforma MISAF VIRTUAL EXHIBITION, ospiterà non solo gli di espositori provenienti da Zhejiang, Fujiang, Guandong, Sichuan, Shandong, Jiangsu e le principali zone di produzione in Cina, ad oggi già più di 200, ma anche gli operatori di altri Paesi, espositori della filiera calzaturiera e accessori alla ricerca di nuove vetrine per presentare i loro prodotti.

MISAF VIRTUAL EXHIBITION offre una nuova modalità di vivere la fiera all’interno di una piattaforma interattiva. Un’esperienza virtuale, pensata per ampliare le opportunità commerciali di buyer, espositori e di tutti gli attori del mondo calzaturiero a livello internazionale. Negli stand virtuali i prodotti saranno presentati con video o in 3D accompagnati dalle relative schede tecniche​; match tra espositori e visitatori per la ricezione di ordini di acquisto e scambio di informazioni saranno le modalità operative​; la messaggistica istantanea verrà utilizzata per comunicare contemporaneamente in modo pratico e veloce con tutti i partecipanti alla fiera, e il catalogo dei prodotti sarà online sino all’8 gennaio 2021. Tra i plus anche la possibilità di avviare dirette video per presentare i propri prodotti, valutare l’andamento delle performance (numero di visite al proprio stand) e gestire appuntamenti con i buyer. Infine, gli espositori che desiderano partecipare a MISAF VIRTUAL EXHIBITION per la prima volta, avranno la possibilità di richiedere una demo gratuita per ricevere un’anteprima dell’evento e del loro stand.

Per buyer e visitatori l’accredito alla piattaforma sarà gratuito e riservato, avranno a disposizione eventi gratuiti dal 14 al 22 dicembre per sviluppare relazioni commerciali con i brand internazionali, possibilità di entrare in contatto con aziende specifiche, selezionate in base alle loro richieste e necessità, avviare conversazioni istantanee con gli espositori tramite chat o video e richiedere preventivi, sino alla gestione diretta degli ordini online, oltre alla possibilità di partecipare a workshop ed eventi vari.

La personalizzazione della piattaforma e delle aree espositive di MISAF VIRTUAL EXHIBITION sono state curate dagli studenti dell’Accademia di Brera (Scuola di scenografia) che hanno realizzato il progetto vincitore del premio puntando sul tema ‘La linea che non si ferma mai, intesa come direzione verso il futuro e nuovi orizzonti’ legato al contesto attuale della pandemia che ha generato forti cambiamenti nel mondo fashion. L’online è percepito come opportunità di rilancio, una direzione verso il futuro.

MISAF VIRTUAL EXHIBITION sarà l’occasione per dare risalto a un mercato calzaturiero che durante i mesi della pandemia ha subito perdite sia nelle esportazioni che nelle importazioni. Per quanto riguarda le esportazioni a febbraio quelle dalla Cina verso l’Italia sono scese di oltre il 50% rispetto allo stesso periodo del 2019 e il trend è proseguito in negativo anche nei due mesi successivi (-31/32%); in negativo anche il mese di maggio. Sono andate meglio le importazioni dall’Italia verso la Cina: rispetto al 2019, il mese ad aver subito le maggiori perdite è stato quello di aprile (-41,12%) seguito poi da una ripresa a giugno e luglio quando i dati segnavano rispettivamente un +26,18% e un +18,94% rispetto agli stessi periodi del 2019.

 

Ufficio stampa

SEC Newgate

Teresa Baroni-  baroni@secrp.com

 Francesca Colombo - colombo@secrp.com